ORCHESTRA GIOVANILE ITALIANA - Teatro Amilcare Ponchielli Cremona

ORCHESTRA GIOVANILE ITALIANA

Sesto Quatrini, direttore

Programma

L. van Beethoven, Sinfonia n.5 in DO minore

G. Mahler, Sinfonia n.5 in DO diesis minore

A seguito delle ultime modifiche ai piani di prevenzione di diffusione del Coronavirus SARS-CoV-2 da parte del ministero degli esteri di alcuni stati europei (tra cui la Germania), il M° Andrea Battistoni sarà impossibilitato a raggiungere l’Italia nel periodo di debutto della stagione autunnale del Teatro Ponchielli per dirigere il concerto inaugurale.
Il concerto del 17 settembre verrà diretto dal M° Sesto Quatrini.

Sfoglia il programma di sala


L’inaugurazione della seconda parte della stagione è prevista con l’Orchestra Giovanile Italiana (O.G.I.), formata dai più talentuosi giovani musicisti italiani, diretta dal M° Sesto Quatrini. L’Orchestra Giovanile Italiana, in 36 anni di attività formativa ha contributo in maniera determinante alla vita musicale del Paese con oltre mille musicisti occupati stabilmente nelle orchestre sinfoniche italiane e straniere. Tenuta a battesimo da Riccardo Muti, l’Orchestra è stata invitata in alcuni fra i più prestigiosi luoghi della musica, tra cui Montpellier, Edimburgo, Berlino, Lubiana, Madrid, Francoforte, Praga, Budapest, Turku, Buenos Aires. L'Orchestra Giovanile Italiana è stata diretta fra gli altri da C. Abbado, R. Abbado, S. Accardo, Y. Ahronovitch, P. Bellugi, L. Berio, K. Blacher, A. Boreyko, G. Ferro, D. Gatti, C.M. Giulini, E. Inbal, Z. Mehta, R. Muti, G. Noseda, K. Penderecki, G. Sinopoli, J. Tate. Ha inciso per Nuova Era, Aulos, Fonit Cetra, Stradivarius; ha registrato per la RAI, Radio France e l'Unione Europea delle Radio. Preparatori dell'orchestra sono stati Angelo Faja, Nicola Paszkowski, Giampaolo Pretto e Daniele Giorgi. Un segnale forte di speranza, per ripartire con oltre 70 tra i migliori giovani musicisti italiani ed animare la Sala grande del Teatro, diretti da una prestigiosa bacchetta, tra i più importanti direttori d'orchestra della sua generazione.

Il programma prevede due Sinfonie a confronto: la V di Beethoven e la V di Mahler. Composizioni universalmente riconosciute, inni trionfali alla gioia che segue il dolore, percorsi di speranza e di rinascita. Il concerto sarà dedicato alle famiglie e alle vittime del Covid di Cremona e del suo territorio.

 

Location:

Teatro

Compra online