MADRIGALI - Teatro Amilcare Ponchielli Cremona

MADRIGALI

Cristina Greco, soprano
Tea Irene Galli, soprano
Alessandro Simonato, alto
Davide Pagliari, tenore
Riccardo Dernini, basso

SOLISTI DEL CORO MONTEVERDI FESTIVAL - CREMONA ANTIQUA

Il programma:

Sfogava con le stelle, Claudio Monteverdi
Quest’amoroso caldo, Giammatteo Asola
Luci serene e chiare, Claudio Monteverdi
Se sol d’amor, Giammatteo Asola
Cor mio, mentre vi miro, Claudio Monteverdi
Benché dal fier martire, Giammatteo Asola
La piaga c’ho nel core, Claudio Monteverdi
Da quel foco, Giammatteo Asola
Voi pur da me partite, Claudio Monteverdi

BRANI TRATTI DA:

Giammatteo Asola (1532 – 1609), Madrigali a due voci (Venezia, 1587), Claudio Monteverdi (1567 – 1643), Il quarto libro de’ madrigali a cinque voci (Venezia, 1603)


La produzione madrigalistica di Monteverdi è racchiusa in un vasto arco temporale che va dal 1587 al 1638.
Gli otto libri che la compongono costituiscono il vertice di una forma musicale che aveva attraversato l’intero Rinascimento con esiti straordinari per numero e qualità di composizioni, basti citare i nomi di Orlando di Lasso, Luca Marenzio e Gesualdo da Venosa.

Monteverdi trovò nella splendida corte dei Gonzaga a Mantova un ambiente ideale per sviluppare quell’intimo connubio tra musica e poesia, dove la prima divenisse esaltazione della parola poetica con tutti i mezzi melodici, armonici e contrappuntistici a lei propri.

Lunedì 21 giugno, al termine dei Madrigali di Claudio Monteverdi presso Palazzo Grasselli, sarà possibile ripercorrere brevemente la storia del palazzo insieme alla Delegazione FAI di Cremona. La visita è riservata al pubblico del concerto, inizierà alle 19:00 circa e durerà 20 minuti. 

Scopri i luoghi dei concerti:

 

 

 

In collaborazione con:

Location:

location diverse